Noke legge Rosa Montero

Lacrime nelle pioggia” è il titolo del romanzo della scrittrice spagnola Rosa Montero (Salani Editore), scelto per l’istallazione di Noke Yuitza per “Immersive wor(l)ds“. Conosco Noke ormai da diversi anni e resto sempre affascinata dal suo impeto creativo. Mi piace osservarla mentre lavora a un’istallazione, con precisione, attenzione ad ogni dettaglio, cura fino all’ultimo momento di ogni particolare. Arte Libera ha già avuto il piacere di ospitarla altre due volte ed è stata sempre una grande emozione. Questa volta, poi, Noke mi ha coinvolto fino in fondo nell’istallazione, chiedendomi di farle da modella per alcune foto e così mi sono ritrovata ad impersonare tre personaggi del suo libro con tre avatar diversi, tre personaggi di un mondo del futuro, molto diversi dal mio avatar consueto. E’ stato divertente e mi ha ovviamente incuriosita al punto da spingermi a leggere entro l’inaugurazione il libro di Rosa Montero, proprio per il desiderio di capire di più tutto quello che vedevo.

Due parole su questa artista: Noke in real life studia all’Università d’arte di Barcellona ed è invece diplomata in coreografia, scenografia e tecniche audiovisive. E’ in sl da diversi anni, proprio per la volontà di mettersi in gioco dal punto di vista artistico, trovando un punto di incontro fra arte e scienza.

Ecco la breve intervista che le ho fatto durante l’opening di Brera:

Cosa ti ha spinto a scegliere per questa istallazione il romanzo “Lacrime nella pioggia? Che cosa ti ha colpito in particolare in questo libro?

Stiamo sperimentando un momento di boom, per quanto riguarda le applicazioni social nella tecnologia (vedi social networks, le piattaforme alla sl) e la tencologia riproduce la vita (esattamente come fanno alcuni insetti robotici o transgenici usati dalla Nasa). Così, ogni giorno, ci ritroviamo immersi in una connessione profonda con la tecnologia. Nel futuro questa connessione fra vita biologica e artificiale potrebbe diventare molto più complessa, ma quanto? E con quali effetti su di noi?

Lacrime nella pioggia è una di quelle grandi storie, sulla linea di Blade Runner e di Ghost in the Shell, che si sforza di immaginare un futuro realistico a partire da queste considerazioni, un futuro che possa apparirci familiare, nonostante tutto, in quanto vicino alle situazioni sociali che viviamo oggi e al nostro modo di sentirle. Probabilmente questo è reso possibile dal fatto che Rosa Montero, l’autrice del libro, è anche una giornalista e quindi ha un occhio critico particolare per l’analisi. E così fra i personaggi troviamo Bruna Husky, la protagonista, una donna, detective e replicante, molto ben costruita, attraverso tanti dettagli che ci aiutano a sentirla. Bruna vive un momento complesso, dovuto al fatto che sa che le restano pochi anni da vivere e questo la rende particolarmente intensa… Questa sua condizione, unita alla fragilità della memoria, che è uno degli elementi più interessanti del libro, sono le cose che mi hanno portato a scegliere questo libro come spunto per la mia istallazione.

Mi hanno ispirato i suoi personaggi, soprattutto Bruna, con tutto quello che si può leggere dentro di lei e al di là delle parole. Rosa Montero non ha creato un libro, ma un universo con Lacrime nella pioggia, qualcosa che accade molto raramente quando ci si trova davanti a un semplice libro.

La tua istallazione è particolarmente ricca e compessa, puoi illustrarcela brevemente?

L’istallazione è complessa perchè si tratta di una storia complessa. Io ho semplicemente ricreato un approccio a Bruna, attraverso la sua evoluzione durante il romanzo. Ho altre 2 istallazioni, più piccole, basate sulla “storia entro la storia” di Lacrime nella pioggia: Future Communities (per SL9B e Alien Humanity (per UWA’s Challenge). La prima rappresenta una sorta di pre-storia, la seconda conclude il ciclo.

Lacrime nella pioggia è la più grande e la più vicina al libro. L?istallazione si snoda su tre piani: il primo, al landing point, ci introduce nella storia, quello più basso è un’incursione all’interno di Bruna, mentre quello nel mezzo rappresenta il momento del risveglio, verso la fine della storia. Ho avuto inoltre la speciale collaborazione dell’autrice, per cui, mentre si cammina all’interno dell’istallazione, è possibile sentire la voce di Rosa Montero che legge alcuni frammenti del testo originale spagnolo. E’ stata davvero molto carina, una delle poche artiste nel mondo vicina alla gente, tanto che quando le ho fatto questa richiesta, si è subito offerta di aiutarmi molto più di quanto mi sarei aspettata. E il risultato è stata la registrazione di ben 16 frammenti in esclusiva per questa istallazione.

Che cosa ti ha spinto ad entrare in un mondo virtuale come Secondlife per sperimentare in campo artistico?

La tecnologie sociali sono come caramelle per me. Amo tutto ciò che è interattivo ed immersivo, e sono interessata soprattutto a giochi che abbiamo piattaforme dedicate all’educational o alla cultura. Alcuni anni fa stavo scrivendo un articolo proprio sull’Educational e su Secondlife per il mio blog no profit Ciència Oberta (Open Science), così ho deciso di “vivere l’avventura” fino in fondo e l’ho scaricato.

Il risultato è stato che ho finito per usare Sl come mezzo per sviluppare alcuni progetti per Open Science, ma anche per presentare alcuni lavori su miei soggetti creati per le Belle Arti all’Univerità di Barcellona e altre cose. Uno è stato ospitato da Arte Libera: The Sandman, basato sull’omonimo racconto di ETA Hoffmann. Se si è portati verso la creatività, i mondi virtuali possono essere un’ottima piattaforma per giocare con tele interattive e mettersi alla prova in vari esperimenti creativi. Sono pure “Tecno-caramelle” per costruttori e artisti.

L’istallazione di Noke resterà in Brera fino alla fine di Luglio. E’ quindi ancora possibile visitarla a questo link

(Simba Schumann, foto di Wizardoz Chrome)

About these ads

3 pensieri su “Noke legge Rosa Montero

  1. Reblogged this on Open Science's Blog and commented:
    Simba Schumann interviews me about my installation Lacrime nelle pioggia for “Immersive wor(l)ds“.

  2. [...] } } dropdown.onchange = onCatChange; /* ]]> */ Arte LiberaRosa Montero legge Noke.. julio 5, 2012Noke legge Rosa Montero julio 5, 2012Luci ed ombre di Hesse, secondo Giovanna julio 5, 2012 Museo Karura Art [...]

  3. [...] } } dropdown.onchange = onCatChange; /* ]]> */ Arte LiberaRosa Montero legge Noke.. julio 5, 2012Noke legge Rosa Montero julio 5, 2012Luci ed ombre di Hesse, secondo Giovanna julio 5, 2012 Museo Karura Art [...]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...